Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Mazzo: 32 carte - Giocatori: 3 -

Come si gioca a Skat?

Skat è un gioco tedesco, di origine tedesca e giocato dai tedeschi. In Italia non è per niente diffuso, a parte forse nell'Alto Adige, esistono però tornei internazionali praticati oltre che in Germania anche in America, esistono inoltre almeno due federazioni internazionali per il gioco di Skat. Curiosità, sembra che la parola Skat derivi dall'italiano "scarto".

E' un gioco abbastanza complesso e di manualistica in italiano che spieghi decentemente come si gioca non se ne trova, mi sono comunque armato di pazienza e soprattutto grazie al "18 Classic Card Games" per Nintendo DS ne ho capito il funzionamento, ho fatto un po' di fatica ma ora posso orgogliosamente proporlo a tutti i miei lettori.

Per farla breve, questo gioco è una specie di Terziglio con Atout (cioè con seme di Briscola). Tuttavia la fase di licitazione (l'asta iniziale) è abbastanza macchinosa da capire e da spiegare. Per questo motivo propongo una versione più semplice da provare finchè ci si è impratichiti del gioco. Solo a fine pagina entro nel dettaglio delle dichiarazioni.

Le carte:

Per giocare a Skat è necessario un mazzo da Poker ridotto. Vanno tenute solo le carte dal Sette all'Asso.
Chi le possedesse può usare le carte Salisburghesi (togliendo i Cinque e i Sei qualora ci fossero). Esiste inoltre un mazzo chiamato "da Skat" che è costituito solamente dalle 32 carte necessarie per questo gioco.

Scopo del gioco:

Lo scopo è raggiungere per primi il numero massimo di punti per guadagnare la vittoria. Un solo giocatore ad ogni smazzata guadagna punti (o ne perde).

Distribuzione delle carte:

Il ruolo del cartaio viene determinato a caso, mediante la regola del "bàs fà màs" per esempio, e nel corso delle smazzate i giocatori si alternano, seguendo l'ordine di gioco, per questo ruolo.

Il cartaio distribuisce dieci carte a testa e ne mette due coperte sul banco che costituiscono lo Skat, ossia il Monte.

La convenzione vuole che si diano un gruppo di 3 carte a testa, poi si ponga lo Skat, poi un gruppo di 4 carte e a testa e infine ancora un gruppo di 3 carte a testa.

In figura un esempio di distribuzione nello Skat, anche se in figura sono visibili tutte, le carte devono essere distribuite coperte.

Giocatore chiamante:

Come dissi nell'introduzione, prima di aver acquisito un po di dimestichezza consiglio questa modalità.

Il primo giocatore dopo il mazziere è il chiamante e gioca contro gli altri due, denominati soci. Nella sua versione più arcaica il gioco prevedeva che il chiamante si stabilisse proprio in questa maniera.

Egli può scambiare due delle proprie carte con lo skat (il monte). Non è obbligato a farlo e questo influisce sul punteggio finale. Le carte rimesse nello skat sono sempre di proprietà del chiamante, non possono essere usate per giocare ma sono ritirate a fine smazzata, può tornare utile per riporre al sicuro alcune carte da punto.

Dopo l'eventuale scambio, il chiamante, dichiara il gioco che intende eseguire. Le tre possibili modalità sono le seguenti:

  1. Briscola: Tutti Jack sono briscole, inoltre sceglie un seme come seme di briscola. Per vincere la smazzata deve ottenere carte per un valore superiore a quelle prese dai soci.
  2. Grande (Grand): Solamente i Jack sono Briscole. Anche in questo caso per vincere la smazzata deve ottenere carte per un valore superiore a quelle prese dai soci.
  3. Nullo (Null): Non ci sono briscole, per vincere il chiamante non deve effettuare nemmeno una presa.
Il giocatore può dichiarare che tutti giochino a carte scoperte (internazionalmente si chiama ouvert) anche questo influirà sul punteggio.
Se gioca Briscola o Grande, inoltre, dopo aver dichiarato l'eventuale seme di briscola, può anche dichiarare che intende effettuare prese per 90 o più punti (questa dichiarazione prende il nome di Schneider), oppure intende effettuare tutte le prese (questa dichiarazione prende il nome di Schwarz).

Svolgimento del gioco:

ll primo giocatore dopo il mazziere cala una carta. Gli altri a turno devono calare una carta e cercare di superare (l'operazione si chiama strozzare) quelle in tavola. Chi cala la carta più alta si aggiudica la presa ed è il primo a giocare nella mano successiva.

C'è l'obbligo di rispondere al seme, solamente se non si hanno altre carte si può giocare con una carta di seme diverso da quella che fu giocata per prima.

Le briscole sono soggette alla stessa regola, non si può "tagliare" con una briscola se si possiede la carta richiesta (di altro seme). Allo stesso modo quando un giocatore "esce" di briscola, è necessario rispondere con una briscola.

Tutti i Jack sono considerati briscole indipendentemente dal proprio seme. Questo significa che se la briscola è Cuori non si può rispondere ad una giocata di Fiori con il Jack di Fiori (se si possiedono altri Fiori) perché in questa smazzata il Jack conta come una carta di Cuori. Allo stesso modo si può rispondere ad una giocata di Cuori (se la briscola è Cuori) con qualsiasi Jack (perchè sono tutte briscole).

In figura alcuni esempi di giocate con commento, si suppone che in tutti e tre i casi la briscola sia di Quadri.
1) Il giocatore cala un Fante, gli altri devono rispondere di briscola, un Sei, ed il Fante di Picche (considerato briscola). Vince il fante di picche.
2) Ancora si è usciti di Fante, quindi bisogna rispondere briscola, il secondo cala a sua volta un Fante. Il terzo giocatore calare il Dieci regalando punti al primo. Si evince che il secondo o il terzo o entrambi sono costretti, non avendo altre scartine, a regalare punti al primo. Vince il fante di Fiori.
3) Il giocatore esce di Re di fiori, che viene strozzato dall'Asso, che viene a sua volta superato da una Briscola. Per poterlo fare, il terzo giocatore non deve avere carte di Fiori.

Ordine di presa nello Skat:

Nelle smazzate di tipo briscola, cioè quando si gioca con l'Atout, l'ordine di presa è il seguente:

Jack di Fiori, Jack di Picche, Jack di Cuori, Jack di Quadri, Asso, Dieci, Re, Donna, Nove, Otto, Sette di Briscola, e infine tutte le altre carte non di briscola nell'ordine Asso, Dieci, Re, Donna, Nove, Otto, Sette.

Nelle smazzate di tipo Grande contano solo i Jack quindi l'ordine è il seguente:

Jack di Fiori, Jack di Picche, Jack di Cuori, Jack di Quadri, le altre carte mantengono il medesimo ordine di presa ma non sono di briscola.

In figura l'ordine di presa nello Skat, supponendo che la briscola sia Fiori. Le carte non di briscola hanno tra di loro lo stesso ordine di quelle di Fiori di questa figura.

Nelle smazzate di tipo Nullo, dove non ci sono briscole e il giocatore non deve prendere nemmeno una mano l'ordine è lo stesso del Poker. Asso, Re, Donna, Jack, Dieci, Nove, Otto, Sette.

In figura l'ordine di presa nello Skat in caso di gioco Null.

Fine della smazzata:

Dopo 10 mani, cioè dopo aver giocate tutte le carte in mano, finisce la smazzata. Il chiamante conta le carte ottenute più quelle dello skat. Se la somma dei valori supera 61 vince la smazzata, altrimenti perde. Le carte hanno seguente valore (per un totale di 120).

  • Asso: 11
  • Dieci: 10
  • Re: 4
  • Donna: 3
  • Jack: 2

Se fosse stata una smazzata di tipo nullo il chiamante vince solo se non ha ottenuto nemmeno una presa.

Punteggi:

Ogni smazzata assegna determinati punti, se il chiamante vince scrive il valore come positivo, se perde scrive il doppio del valore come negativo. Solo il chiamante segna un punteggio, gli altri giocatori segnano 0.

Il calcolo del punteggio è la parte più difficile di questo gioco.

La smazzata è di tipo briscola o grande.

Prima di tutto bisogna considerare quali carte erano in mano al chiamante prima di iniziare a giocare. Si distinguono due casi:

  1. Il chiamante aveva il Jack di Fiori. Questo è il caso di una smazzata con J Fiori (chiamata internazionalmente with).
    Bisogna contare quante briscole senza interruzioni aveva a partire dal Jack di Fiori. Se aveva solo quella si conta +1, se aveva anche il J Picche si conta +2, se aveva i J Fiori, J Picche e J Cuori si conta +3, e via dicendo secondo l'ordine di presa enunciato precedentemente. Si conta la sequenza di briscole finché non si trova un "buco".
    Altri esempi: Se aveva a J Fiori, J Picche, J Quadri, oppure J Fiori, J Picche, Asso (o altre di Briscola) conta +2 perché dopo il J Picche c'è un buco.
    Se aveva tutti i Jack e l'Asso ma mancava il Dieci conta +5 perchè il buco è dopo la quinta carta.
    Ovviamente se la smazzata fosse di tipo grande il massimo sarebbe +4.

  2. Il chiamante non aveva Jack di Fiori. Questo è il caso di una smazzata senza J Fiori (chiamata internazionalmente without).
    Bisogna contare quante carte mancano a partire dal J Fiori fino alla prima briscola, quindi se ha il J Cuori mancano 2 carte (J Fiori e J Picche) quindi si conta +2, se ha l'Asso di briscola mancano tutti i J quindi si conta +4.
    Anche in questo caso, quando la smazzata è di tipo grande il massimo conto è +4.

Al calcolo di cui sopra si aggiungono altri modificatori:

  • Di base va aggiunto +1. Quindi se si è contato +2 (con o senza J Fiori) diventa +3.
  • Si aggiunge +1 nel caso il chiamante non abbia scambiato lo skat. In questo caso si dice che ha giocato solo con le carte in mano (internazionalmente si chiama hand).
  • Si aggiunge +1 se una delle due parti ha totalizzato prese per 90 o più punti.
  • Se oltre ad aver preso 90 punti era stato anche dichiarato all'inizio (Schneider) aggiunge un ulteriore +1.
  • Si aggiunge +1 se una delle due parti ha effettuato tutte le prese.
  • Se oltre ad aver effettuato tutte le prese era stato dichiarato all'inizio (Schwarz) si aggiunge un ulteriore +1.
  • Un ulteriore +1 se è una smazzata a carte scoperte (ouvert)

Tutte queste somme permettono di ottenere il valore della partita. Si capisce che il minimo è +2 cioè +1 per le briscole (con o zenza J Fiori) e +1 come modificatore di base.

Il valore ottenuto va moltiplicato per seme scelto, di seguito i fattori:

  • Fiori: x12
  • Picche: x11
  • Cuori: x10
  • Quadri: x9
  • Smazzata tipo grande: x24
Il risultato ottenuto è il punteggio della partita. Se il chiamante vince lo segna come positivo se perde ne segna il doppio come negativo.

E.g: Il chiamante aveva J Fiori, J Picche, un buco, altre carte comprese le briscole, e ha scelto cuori. (+2 per i J e +1 modificatore) x 10 = 30 punti. Se vince segna +30 se perde segna -60.

La smazzata è di tipo nullo.

La smazzata vale quanto segue:

  • 23 normale smazzata null.
  • 35 smazzata null e senza scambio di skat (hand)
  • 46 smazzata null a carte scoperte (ouvert)
  • 59 smazzata null a carte scoperte e senza scambio di skat (ouvert hand)

Anche in questo caso se il chiamante non riesce a vincere, cioè non appena ottiene una presa, deve segnare come punteggio negativo il doppio di quanto elencato.

Licitazione:

Solo dopo aver capito il punteggio del gioco dello Skat si può finalmente entrare nel dettaglio di come avviene la licitazione, cioè quella sorta di asta fatta prima di giocare, che serve per stabilire il chiamante.

L'asta avviene in due fasi. Prima si accordano i due giocatori che non sono di mazzo, il "vincitore" di questa fase si accorda poi con il mazziere.

Il primo giocatore può dire passo perchè non si sente abbastanza forte, in questo caso la prima fase finisce subito e il turno passa al secondo giocatore che parla per primo con il mazziere.

Se anche il secondo dice passo il mazziere ha diritto di diventare chiamante con il punteggio minimo di 18 (significa che deve vincere una smazzata che valga almeno 18 punti).

Se anche il mazziere dice passo vengono ritirate tutte le carte e si rimesta.

Il primo giocatore può fare una chiamata, si parte dal valore di 18 (è il minimo cioè si possiede una briscola con seme di quadri quindi valore 2x9) significa che si impegna a vincere una smazzata che valga almeno 18 punti. Il secondo giocatore se lo desidera può alzare la posta.

Si noti che per alzare la posta il secondo non dice un valore più alto, ma dice si, significa che il primo giocatore deve impegnarsi con un numero maggiore. Il primo giocatore a questo punto può arrendersi oppure annunciare il punteggio successivo, 20. Il secondo ancora può rispondere si per obbligare il primo ad alzare ulteriormente, oppure arrendersi. Comincia un dibattito finché uno dei due dice passo.

Il giocatore che NON ha passato deve cominciare lo stessa asta con il mazziere, si parte dal punteggio cui ci si era fermati, il mazziere può rispondere si oppure passo, alla maniera di prima.

Quando uno dei due passa chi rimane è il chiamante, il quale è da solo e decide il tipo di gioco da seguire, e tutto il resto spiegato fin'ora. Il suo compito ora è vincere una smazzata che valga più di quanto dichiarato.

Se il giocatore vince ottenendo prese per un valore più alto di quello degli avversari, ma, a conti, fatti la smazzata vale meno di quanto dichiarato con l'asta, si dice che ha fatto overbid, cioè ha puntato più di quanto poteva permettersi. In questo caso ha perso e segna il punteggio negativo (ovviamente il doppio del valore della smazzata).

Dal momento che bisogna cantare un punteggio, non è consentito dichiarare cifre a caso. Si possono dire solamente i seguenti numeri (E.g. il 19 non è un punteggio ottenibile):

18, 20, 22, 23, 24, 27, 30, 33, 35, 36, 40, 44, 45, 46, 48, 50, 54, 55, 59.

Per questo è molto importante non sbilanciarsi troppo nella licitazione e soprattutto cercare di calcolare a priori, in base alle proprie carte e al seme che si intende chiamare, quanti punti si possono ottenere con la smazzata.

Se avete qualsiasi dubbio scrivetelo nei commenti a questa pagina, cercheremo di chiarirlo insieme.

Skat per 4 persone:

E' possibile giocare a skat in 4 persone, in realtà rimane un gioco a 3 ma si possono tenere punteggi per 4 persone. Il sistema è molto semplice, il mazziere distribuisce le carte ma non gioca.

Skat per 2 persone:

E' possibile giocare a skat in 2 persone, lo svolgimento della partita rimane il medesimo, le 10 carte che spetterebbero al terzo giocatore sono poste temporaneamente coperte al lato del tavolo.

La licitazione avviene solamente tra i due partecipanti. Dopo aver dichiarato il gioco le carte del terzo giocatore vengono scoperte in modo da essere visibili a entrambi, il giocatore non chiamante durante la mano deve calare una delle proprie carte e una di quelle scoperte del suo socio immaginario. Dicendolo papale papale, usa due persone.

Tenente Skat per 2 persone:

Segnalo quest'ultima variante che ho trovato su internet. E' da giocarsi esclusivamente in due persone. Il mazziere distribuisce 8 carte coperte a testa, le carte devono essere appoggiate sul tavolo e distanziate una dall'altra, poi distribuisce altre 8 carte a testa, questa volta scoperte, vanno appoggiate sopra le prime 8.

Non vi è licitazione, il giocatore di mano (quindi non il mazziere) decide se vuole procedere con un gioco a briscola scegliendone il seme, grande oppure nullo. Il mazziere deve accettare questa scelta.

Si gioca a carte scoperte e una carta delle otto distribuite coperte può essere scoperta e usata solo dopo che la carta soprastante sia stata calata. La modalità di gioco è la medesima dello Skat descritto in questa pagina, il punteggio della partita viene calcolato basandosi solo sulle carte che sono state distribuite scoperte. I modificatori di punteggio per il gioco in mano hand (non esiste il monte) e per le carte scoperte ouvert (sono sempre scoperte) non sono calcolati.

Commenti   

0 # Mario Frasca 2013-06-15 14:54
ciao! ho messo nella wikipedia una mia interpretazione di come giocare Skat, ci vuoi dare uno sguardo? non è completa, ma mi interessa sapere che ne pensi, se si riesce a leggere, non sembra che sulla wikipedia ci sia molta gente che ha controllato il mio lavoro.
nella tua descrizione qui tralasci che si può dichiarare Schneider / Schwarz / Ouvert solo se si gioca Hand.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Fabio C 2013-06-17 13:17
Citazione Mario Frasca:
ciao! ho messo nella wikipedia una mia interpretazione di come giocare Skat, ci vuoi dare uno sguardo? non è completa, ma mi interessa sapere che ne pensi, se si riesce a leggere, non sembra che sulla wikipedia ci sia molta gente che ha controllato il mio lavoro.
nella tua descrizione qui tralasci che si può dichiarare Schneider / Schwarz / Ouvert solo se si gioca Hand.


Ciao Mario, ottimo lavoro.

Ti ringrazio anche per avermi avvisato via mail dell'errore nell'immagine, appena riesco lo sistemo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Ludovico 2013-08-22 16:21
ho imparato questa estate lo skat , con le regole ispa (quelle dei tornei internazonali, quindi senza ramsch , kontra etc), è sicuramente il gioco di prese più bello e vario a cui abbia mai giocato. è un vero peccato che in italia non ci sia qualcuno che prova a diffonderne la pratica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # roberto 2014-08-25 15:31
ciao ragazzi! bel lavoro! allora non sono l'unico a giocare a skat (e doppelkopf)! giocando su gametwist o simili è un tripudio di bandierine tedesche,austriache o polacche... gioco a skat da quasi 10 anni e ho cercato di diffonderlo (con esiti altalenanti) tra i miei amici. Ho anche creato un gruppo fb dal nome altisonante Umbrien Skat Club: vi aspetto su [censored]www.facebook.com/groups/298838356263/
Un saluto da Perugia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Marco 2018-08-29 20:31
Ciao tutti, potete dirmi qual’e il mazzo di Skat più venduto/diffuso in Germania?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna