Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Mazzo: 40 carte - Giocatori: da 2 a 4 -

Come si gioca a Rubamazzo?

Anche se non ne avevo bisogno, prima di scrivere questo articolo ho voluto fare una partita per rinfrescarmi la memoria. Non ci giocavo da almeno 20 anni, e devo dire che, anche se da principio ne ero dubbioso, mi sono divertito. Rubamazzo, o Rumabazzetto, è un gioco di carte che si usa per avvicinare i bambini al gioco della Scopa. Il nome deriva dalla possibilità di rubare il mazzo delle carte prese dagli avversari, facendoli, oltretutto andare sulle furie.

Le carte:

Per giocare a Rubamazzo è necessario un mazzo di 40 carte, qualsiasi di quelli regionali italiani è adatto, ma può andare bene anche un mazzo di 52 carte francesi da cui vengano preventivamente rimossi gli Otto, i Nove e i Dieci.

Scopo del gioco:

Lo scopo del Rubamazzo è quello di ottenere più carte degli avversari.

Distribuzione delle carte:

Il ruolo del cartaio viene determinato a caso, mediante la regola del "bàs fà màs" per esempio, e nel corso delle smazzate i giocatori si alternano in questo ruolo, seguendo l'ordine di gioco.
Il cartaio distribuisce tre carte a testa, una alla volta, in senso orario (o antiorario) dopodichè ripone quattro carte scoperte sul banco, le restanti carte costituiscono il tallone.

Ordine di presa:

Anche se è improprio parlare di ordine di presa in questo gioco, esso è il seguente, dalla più alta alla più bassa:
Re (considerato come 10), Cavallo (9), Fante (8), Sette, Sei, Cinque, Quattro, Tre, Due, Asso (1)

Svolgimento del gioco:

Seguendo l'ordine di gioco, ogni giocatore deve fare una giocata, calando sul banco una carta tra quelle che ha in mano. Lo scopo è effettuare una presa. Si distinguono i seguenti casi:

  • Sul banco c'è una carta dello stesso valore di quella calata: il giocatore le prende entrambe.
  • Sul banco ci sono due o più carte i cui valori, sommati tra loro, sono pari al valore di quella calata: il giocatore prende tutte le carte interessate. E.g.: Con il Cavallo (9) si possono raccogliere un Quattro ed un Cinque, oppure un Sei ed un Tre, e via dicendo.
  • Sul banco non ci sono carte dello stesso valore di quella calata, o che possano essere sommate per ottenere lo stesso valore: la carta calata rimane sul banco.

Tutte le prese vanno riposte in una pila a "faccia in su", in particolare deve essere visibile l'ultima carta che ha fatto la presa.

E.g.: Nell'esempio in figura il Re può prendere tre carte, il Cinque, il Tre e il Due. Si notino, sulla destra, le pile delle carte prese dai contendenti, rivolte a faccia in su, e il tallone.

Dopo che è stata calata tutta la mano, quindi dopo tre giocate, il cartaio distribuisce nuovamente tre carte a testa. Così fino all'esaurimento del tallone.

Rubare il mazzo:

Quando viene calata una carta, oltre alle tre opzioni appena descritte, è possibile rubare il mazzo dell'avversario. Come è stato accennato, la carta che ha fatto l'ultima presa deve essere sempre visibile. Se il giocatore cala la stessa carta, può rubare tutto il mazzo, che diventa suo.

Nell'esempio in figura, il giocatore, grazie al Re, può rubare le carte dell'avversario.

Fine della partita:

Al termine della smazzata ognuno conta le carte che è riuscito a prendere, chi ne ha di più vince la partita, ha diritto di scegliere come premo una bilia dell'avversario.

Commenti   

# Maddalena 2012-09-26 21:08
Non si capisce niente! Quanto valgono le figure?????????????????????????
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio C 2012-09-27 07:22
Citazione Maddalena:
Non si capisce niente! Quanto valgono le figure?????????????????????????


Ciao Maddalena.

Ho modificato la pagina per risolvere questo tuo dubbio.

Ti ringrazio perché con il tuo commento hai contribuito al miglioramento del sito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # lorenzo 2012-10-29 17:01
io lo so già ilgioco pappappero
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # Simone 2015-07-29 18:12
Ti pongo un quesito:
Se io ho un re, e sul banco c'è un sei, mentre l'ultima carta del mio avversario è un 4, posso prenderglielo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Fabio 2015-07-30 07:34
Citazione Simone:
Ti pongo un quesito:
Se io ho un re, e sul banco c'è un sei, mentre l'ultima carta del mio avversario è un 4, posso prenderglielo?


Ciao Simone, Questa mossa non dovrebbe essere consentita. Puoi rubare il mazzo del tuo avversario solo col 4
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # Marco 2017-07-01 11:17
A chi vanno le carte rimaste a chiusura delle mani e che non sono state prese da nessuno sul tavolo?
Chiedo inoltre come ci si comporta, nel corso delle mani, se si ha sia la carta del mazzo avversario che la possibilità di prendere dal tavolo. Esiste una regola che impone di prendere uno o l'altro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Super User 2017-07-05 08:22
Citazione Marco:
A chi vanno le carte rimaste a chiusura delle mani e che non sono state prese da nessuno sul tavolo?
Chiedo inoltre come ci si comporta, nel corso delle mani, se si ha sia la carta del mazzo avversario che la possibilità di prendere dal tavolo. Esiste una regola che impone di prendere uno o l'altro?


Ciao Marco.

Per come gioco io le carte rimaste sul tavolo alla fine vanno all'ultimo che ha fatto una presa, come avviene a scopa.

Inoltre, sempre per come gioco io, il giocatore di turno può scegliere se rubare il mazzo o prendere la carta dal tavolo, a suo piacere.

Saluti, Fabio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # Fabiana 2018-01-06 15:40

Una domanda: se, ad esempio, ho in mano un 10 e trovo la stessa carta sia a terra che nel mazzo di un avversario quale devo prendere?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # KATIA PRANDI 2018-07-04 13:13
ottima spiegazione, tutto molto chiaro.
mi piace molto questo gioco e probabilmente giocherò molto spesso assieme ai miei amici a rubamazzetto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna