Stampa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mazzo: 32 carte - Giocatori: da 3 a 8 -

Come si gioca a Polignac?

Polignac, conosciuto anche come Quatre Valets in francese, Four Jacks in inglese, è un gioco molto antico nato in Francia, risale ai tempi di Jules Auguste Armand Marie de Polignac quindi a cavallo del 1700 e il 1800, circa. Jules de Polignac fu minsitro di Re Carlo X, e si fece subito odiare dal popolo per aver introdotto drastiche misure a favore di una monarchia assoluta. Senza dilungarmi troppo, perchè non è questa la sede giusta, concludo dicendo che al suo epilogo fu prima incarcerato e condannato a morte, poi graziato ed esiliato dalla Francia.

Il questo gioco i Fanti sono ispirati ai ministri francesi, in particolare il Fante di Picche è proprio ispirato al personaggio che ho descritto in questa breve introduzione. Nessun giocatore lo vuole e infatti assegna 2 punti di penalità, come si vedrà più avanti.

Le carte:

Per giocare a Polignac è necessario un mazzo da Poker ridotto. Vanno tenute solo le carte dal Sette all'Asso. In alternativa si può usare un mazzo regionale da 40 carte senza i Due e i Tre. Chi le possedesse può usare le carte Salisburghesi (togliendo i Cinque e i Sei qualora ci fossero) oppure le carte da Skat che sono già in numero giusto.

Scopo del gioco:

Si tratta di un gioco molto semplice, come avviene anche nel Traversone, lo scopo è quello di NON prendere, nello specifico bisogna evitare i Fanti, i quali assegnano 1 punto di penalità (2 quello di Picche).

Distribuzione delle carte:

Il ruolo del cartaio viene determinato a caso, mediante la regola del "bàs fà màs" per esempio, e nel corso delle smazzate i giocatori si alternano, per questo ruolo.

Il cartaio distribuisce le carte in egual numero a tutti i giocatori, non devono avanzare carte, quindi all'occorrenza si tolgono i Sette dal mazzo.

Ordine di presa:

Tra più carte dello stesso seme vince quella col valore di presa più alto, l'ordine di presa è il seguente, dal più forte al più debole:
Rè, Donna, Jack, Asso, Dieci, Nove, Otto, Sette.

In figura l'ordine di presa nel Polignac.

Si noti che le Figure sono più forti dell'Asso, come avviene spesso nei giochi di origine francese.

Svolgimento del gioco:

Il primo giocatore, seduto a destra del cartaio, cala una carta, gli altri giocatori al proprio turno devono a loro volta fare la loro giocata. C'è l'obbligo di rispondere al seme, chi non possiede carte dello stesso seme di quella calata per prima, può giocare qualsiasi altra carta.

Non ci sono briscole, e la presa è vinta dal giocatore che cala la carta più alta del seme di uscita, egli è il primo a calare nel turno successivo.

In figura un esempio di giocata: il giocatore in alto non possedendo carte di Quadri si è liberato di uno dei suoi Fanti. Il giocatore in basso non può fare altro che calare il proprio Fante e "vincere" la presa, incassando quindi due punti di penalità.

I Fanti presi durante il gioco vanno tenuti scoperti sul tavolo.

In questo gioco, come ho annunciato, si cerca di evitare i Fanti, quindi generalmente si tenta di giocare carte basse in modo da lasciare la presa agli altri. Talvolta è però conveniente, se non si prendono punti, effettuare la presa così da essere i primi di mano, i giocatori più esperti sanno riconoscere il momento giusto.

La smazzata termina quando tutti i Fanti sono stati assegnati.

Cappotto:

Se un giocatore effettua tutte le prese, si dice che ha fatto cappotto, in questo caso sono gli avversari a dover segnare 5 punti di penalità.

Conteggio dei punti:

Riassumo i seguenti punti di penalità:

Fine della partita:

Generalmente la partita finisce quando un giocatore arriva a 10 punti, egli è il perdente e deve offrire un bicchiere di cognac agli altri giocatori.

Varianti:

Segnalo alcune varianti per rendere più interessante il gioco.

Categoria principale: Giochi
Categoria: Giochi di prese
Visite: 3946

Questo sito web utilizza i cookie Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Per saperne di più visualizza la nostra privacy policy.

  Dichiaro di accettare i cookie da questo sito.