Stampa

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Mazzo: carte giapponesi - Giocatori: 2 -

Come si gioca a Koi-koi?

Koi koi, talvolta chiamato erroneamente Hanafuda, è un gioco di carte originario del Giappone. Per nulla diffuso in Europa, ricorda in qualche modo la condotta della Scopa. E' molto semplice nelle regole ma mette in difficoltà i principianti a causa delle carte a cui, noi europei, non siamo abituati, e delle molte combinazioni da ricordare. Basta comunque poca pratica perché tutti i dubbi siano dissipati.

Descrivo in questa pagina il funzionamento di base, ricordandosi che esistono numerosissime varianti per quanto riguarda le combinazioni disponibili ed i relativi punteggi.

Le carte:

Per giocare al Koi-koi è necessario il mazzo di carte Hanafuda. Con un pò di fantasia si può tuttavia praticare anche con un normale mazzo di carte francesi ridotto, togliendo i Due.

Scopo del gioco:

Lo scopo del Koi-koi è ottenere le carte che permettano di comporre le diverse combinazioni possibili. Vince chi, nel corso delle 12 smazzate di cui è composta una partita, realizza più punti.

Distribuzione delle carte:

Il ruolo del cartaio viene determinato a caso, mediante la regola del "bàs fà màs", ogni giocatore pesca una carta, chi ha pescato il mese più basso gioca per primo. Ricordo a tal proposito che le carte Hanafuda rappresentano i mesi dell'anno. Gennaio è il basso, Dicembre è il più alto.

Il cartaio distribuisce 8 carte a testa, poi ripone 8 carte scoperte sul banco. Le restanti carte costituiscono i tallone.

In figura un esempio di distribuzione. Le otto carte in basso sono la mano del giocatore, le otto carte al centro sono quelle disponibili sul banco, le otto carte coperte in alto rappresentano la mano dell'avversario, sulla sinistra si vede il tallone.

Dichiarazioni iniziali:

Se uno dei due giocatori possiede, nella propria dotazione iniziale, una delle seguenti combinazioni, la può dichiarare segnando subito 6 punti e terminando immediatamente la smazzata.

Se entrambi i giocatori hanno una delle dette combinazioni, la mano è considerata nulla, nessuno segna punti e si procede comunque con una nuova smazzata.

Svolgimento del gioco:

Se nessuno ha cantato si può iniziare il gioco. Nella prima smazzata comincia chi NON è di mazzo, dalla seconda in poi chi ha vinto la smazzata precedente è il primo a giocare.

Al proprio turno i giocatori devono calare una carta scelta dalla propria mano.

Dopo aver calato, il giocatore pesca una carta dal tallone e la mette subito sul tavolo, egli può effettuare una presa con la carta appena ribaltata, secondo le dette regole.

Tutte le carte prese vanno tenute scoperte in modo che entrambi i giocatori abbiano sotto controllo la situazione.

Man mano che si effettuano le prese si formano le combinazioni, il che può portare, come si vedrà più avanti alla fine della smazzata.

In figura un esempio. Il giocatore cala la Fenice, egli può effettuare una presa perchè sul tavolo c'e' una carta dello stesso seme, in questo caso una Paulonia base.

Combinazioni:

Con le carte prese si realizzano le combinazioni, in questa pagina ne elenco alcune, tenendo presente che sono soggette a numerose varianti.
Per noi occidentali non c'è una vera e propria logica per riconoscerle, si tratta quindi di impararle a memoria, o di tenersi degli appunti.

Le carte possono partecipare a più combinazioni contemporaneamente, ad esempio il Sakè, ol Cinghiale, l'Airone, etc.

Carte luminose:

Sono 5 (a partire da sinistra): La Pioggia, L'Airone, La Luna, La Fenice e La Tenda.

Nastri:

Cinghiale, Farfalla, Cervo:

Animali:

Visione della luna e dei fiori:

Si tratta di combinare la carta del Sakè con la Luna, oppure con la Tenda.
  • Queste due combinazioni forniscono 5 punti ciascuna.

Carte base:

  • La combinazione di almeno dieci carte base qualsiasi qualsiasi fornisce 1 punto, +1 punto aggiuntivo per ogni carta base oltre la decima.

Fine della smazza o dichiarazione di Koi-Koi:

Appena uno dei due giocatori, durante la mano, riesce a realizzare una delle dette combinazioni ha due opzioni di gioco.

Il giocatore, dichiarando Koi specifica che intende continuare la smazzata al fine di ottenere ancora più punti. Dopo la dichiarazione del Koi la smazzata prosegue fino a che uno dei due giocatori riesce ad effettuare un'altra combinazione (o a migliorare quella con cui si è dichiarato Koi).

In ogni caso, quando si esaurisce il tallone, la smazzata deve terminare e si segnano i punti ottenuti fino a quel momento, che possono essere 0 per entrambi, oppure i punti delle combinazioni per il dichiarante del Koi e 0 per l'avversario.

Fine della partita:

Dopo aver giocato 12 smazzate, una per ogni mese dell'anno, il giocatore che ha il punteggio più alto vince. L'avversario dovrà invece salvarsi dal disonore facendo hara-kiri con una katana affilatissima, a limite può offrire la sua tasta al vincitore che dovrà mozzarla con una nagigata.

Riassunto:

Categoria principale: Giochi
Categoria: Giochi di prese
Visite: 11028

Questo sito web utilizza i cookie Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web. Per saperne di più visualizza la nostra privacy policy.

  Dichiaro di accettare i cookie da questo sito.