Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Mazzo: 40 carte - Giocatori: 2 -

Come si gioca a Stracciacamicia?

Lo Stracciacamicia è uno dei più semplici giochi esistenti, assieme alla Battaglia. In questo gioco, da due giocatori, di origini ferraresi, in pratica, conta solo e soltanto la fortuna, la strategia è assente, non serve esperienza per vincere.

Le partite sono abbastanza durature, tuttavia non è un gioco noioso, anche perchè è costituito da giocate che si susseguono molto velocemente e talvolta rumorosamente. Ogni partita è una costituita da una sola smazzata. Non ci sono punteggi da tenere a mente o da segnare.

Le carte:

Per giocare allo Stracciacamicia è necessario un mazzo di 40 carte, qualsiasi di quelli regionali italiani è adatto, ma può andare bene anche un mazzo di 52 carte francesi da cui vengano preventivamente rimossi gli Otto, i Nove e i Dieci.

Scopo del gioco:

Lo scopo dello Stracciacamicia è rubare tutte le carte all'avversario mediante le prese, tuttavia si può anche giocare a perdere, cioè in cui lo scopo è farsi rubare tutte le carte.
Ai fini del gioco questa scelta è indifferente, data la non esistenza di strategie.

Distribuzione delle carte:

Il ruolo del cartaio viene determinato a caso, mediante la regola del "bàs fà màs" per esempio, e nel corso delle partite questo ruolo spetta al giocatore che vince la partita precedente.

Il cartaio distribuisce tutto il mazzo ai due giocatori, che alla fine si ritroveranno con un mazzetto da 20 carte ciascuno.

Svolgimento del gioco:

Dopo la distribuzione delle carte inizia il gioco vero e proprio, nessun giocatore ha diritto di guardare le carte presenti nel proprio mazzetto.

Il primo giocatore, colui che non ha distribuito le carte, rivolta la prima carta del proprio mazzetto. Dopodichè toccherà al secondo giocatore, e poi ancora il primo e così via.

Fintanto che le carte rivoltate sono sempre superiori o uguali al Quattro non succede nulla, e i due giocatori continuano alternandosi nelle giocate.

La situazione cambia quando vengono ribaltati degli Onori. Gli onori sono L'Asso, il Due e il Tre.
In figura ci sono gli Onori nello Stracciacamicia.

Quando viene ribaltato uno di essi, l'altro giocatore è costretto a ribaltare 1 carta se si tratta dell'Asso, 2 carte se si tratta del Due, e 3 carte se si tratta del Tre.

A questo punto ci possono essere due situazioni:

  1. Tra le carte giocate a seguito della comparsa dell'onore NON sono presenti altri onori, vale a dire che sono presenti solo carte superiori o uguali al Quattro.
    In questo caso, il giocatore che ha ribaltato l'onore, prende tutte le carte ribaltate fino a quel momento e le pone in coda al proprio mazzetto.
  2. Tra le carte giocate a seguito della comparsa dell'onore sono presenti altri onori, in questo caso, non appena esce un Asso, un Due o un Tre, il primo giocatore è costretto a sua volta a rispondere ribaltando rispettivamente 1, 2 o 3 carte.
    In questo caso è possibile che vengano ribaltati ulteriori onori, si continua in questo modo finchè uno dei due giocatori si aggiudica la presa.

E.g.: Andrea ribalta un Cinque, Mario ribalta un Sette, Andrea ribalta un Fante, Mario ribalta un Tre.
Mario ha giocato un onore, in questo caso Andrea deve giocare 3 carte, ribalta prima una Rè, e poi un Due.
All'arrivo di quest'ultima, la mano passa a Mario che deve ribaltare 2 carte, ribalta prima Cavallo e poi ancora un Tre.
Con l'arrivo del Tre la mano passa ancora una volta ad Andrea, che deve ribaltare 3 carte, la prima niente, la seconda niente, la terza è un Asso, ora Mario deve mettere una carta, se non è un onore perde tutto.
Mario ci prova ma ribalta un Sei.
Andrea prende tutte le carte ribaltate e le mette in coda al proprio mazzetto.
E si ricomincia...

Chi prende è il primo che deve ricominciare a giocare. Nel nostro esempio Andrea è il primo che deve giocare dopo aver intascato tutte le carte ribaltate.

In figura un altro esempio di giocata a stracciacamicia, in questo caso il giocatore di destra effettua la presa.

Tutto questo continua finchè uno dei due giocatori esaurisce il proprio mazzetto.

Quando questo avviene, colui che è riuscito a racimolare tutto il mazzo da 40 carte è il vincitore, nel caso si stesse giocato a vincere.
Altresì sarà il perdente nel caso si stesse giocando a perdere.

Varianti:

Nel Veneto questo gioco è anche conosciuto col nome di "Resta in camicia"

Commenti   

+2 # Fausto 2013-10-31 18:04
In Umbria la variante del nome è "strappacamicia".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Michela 2014-11-29 18:52
in Romagna si chiama "pelagalletto"!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna